I tour operator americani inventano le nozze a Cison

Domenica 9 Ottobre 2016


Altro che Las Vegas: per sposarsi, gli americani sceglieranno Cison di Valmarino. È andata a buon fine la visita di un gruppi di tour operator di Chicago, New York e Los Angeles che la scorsa settimana avevano visitato Cison per studiare assieme all’amministrazione comunale una serie di pacchetti turistici per i visitatori a stelle e strisce.
Dopo aver girato e ispezionato in lungo e in largo il paese, hanno deciso che Cison sarà il loro “Borgo Wedding”, il paese per i matrimoni: sarà proposto ai (facoltosi) clienti che vogliono sposarsi in Italia, immersi in una cornice da sogno. Gli uffici comunali sono già al lavoro, perché si tratta di un vero e proprio contratto di collaborazione: in questi giorni i tecnici del Comune stanno per inviare negli Stati Uniti le metrature e tutti i dettagli tecnici dei locali che saranno resi disponibili per i matrimoni americani (Castelbrando, il municipio, il Teatro La Loggia, Piazza Roma); sindaco e giunta, inoltre, si sono impegnati a organizzare – quando possibile – eventi di vario genere in paese nel giorno della celebrazione delle nozze. Non sarebbe successo niente di tutto ciò se Cison non fosse inserito nel club dei “Borghi più belli d’Italia”: i tour operator, nella loro missione italiana, avevano “pescato” da questa lista i paesi da visitare, e dopo Cison si erano spostati ad Asolo e a Valeggio sul Mincio.
Al termine della visita, durata alcuni giorni, hanno deciso che Cison fosse lo scenario ideale per i matrimoni. Il sindaco del paese, Cristina Pin, si frega giustamente le mani: «Già adesso capita che qualche coppia di stranieri voglia sposarsi a Cison, ma essere scelti come borgo “Wedding” da tour operator riconosciuti ci spalanca una serie infinita di possibilità. Evidentemente abbiamo fatto bella figura durante la loro ispezione. E abbiamo la fortuna di avere un castello da “mille e una notte” che domina il centro storico». Certo, la vocazione turistica di Cison rischia di causare anche qualche grattacapo ai suoi residenti, perché nel caso dei matrimoni le richieste sono state importanti.
Si parla, tra i vari punti dell’accordo, di chiudere completamente al traffico Piazza Roma durante la celebrazione delle nozze: «Nel pacchetto proposto alle coppie sono inclusi anche alcuni eventi collegati» spiega il sindaco Pin «noi ci impegniamo a mettere a disposizione i siti scelti, e a organizzare qualcosa durante il matrimonio». Saranno, in

ogni caso, provvedimenti che durano il tempo di una celebrazione, e quindi – si presume – più “digeribili” anche per i residenti. Secondo il Comune, inoltre, le nozze americane dovrebbero concentrarsi nei giorni feriali, senza interferire con le manifestazioni già programmate.

fonte :  Andrea De Polo , Tribuna di Treviso
 

Commenti dei lettori

Non ci sono ancora commenti per questo articolo, perchè non essere il primo a farlo? inserisci il tuo commento utilizzando il form sottostante.

Aggiungi il tuo commento

Aggiungi il tuo commento

crea il tuo gravatarUn gravatar o globally recognized avatar, è semplicemente una immagine che ti segue di sito in sito ed appare accanto al tuo nome quando fai qualche operazione.

i campi contrassegnati con * sono obbligatori

News

  • Artigianato Vivo, boom di visitatori

    0
    10 Agosto 2017
    leggi la notizia Artigianato Vivo, boom di visitatori

    Avvio più che positivo per la 37esima edizione di Artigianato Vivo, sabato 5 Agosto, a Cison di Valmarino. Dopo l’inaugurazione nella sala del Municipio capeggiata dal Sindaco Cristina Pin e dal Presidente della Pro Loco Bruno Possamai, si sono aperti ...

vedi l'elenco di tutte le news


Partners

Link